Giocare anche per divertirsi o giocare solo per vincere?

20403943_s

Nel gioco cooperativo, sulla sfida e la competizione, prevale il piacere di giocare; di conseguenza, l’obiettivo di imparare sempre, anche da un’eventuale sconfitta, si sostituisce a quello di essere giudicato migliore degli altri.
Accettazione, affiatamento, conoscenza, fiducia e rispetto reciproci stanno alla base del gioco cooperativo.
In questo caso, un Team può partecipare a una gara dando più importanza alla cooperazione interna della squadra che al risultato finale, il quale spesso, però, viene positivamente influenzato grazie all’armonia che viene a crearsi tra i giocatori.
Ognuno, all’interno della squadra, è chiamato a dare ciò che è in grado di dare. Nel momento in cui si ampliano gli obiettivi comuni del gruppo, sarà il Team stesso a stimolare ciascuno a dare di più.
In questo modo la cosa più importante è giocare, non il risultato finale del gioco e ogni singolo giocatore, grazie allo sviluppo e all’accettazione di se stesso e degli altri, alla conoscenza e al rispetto reciproci, contribuisce a creare un clima di fiducia che sta alla base della cooperazione.
Nel gioco cooperativo gli obiettivi si raggiungono perché i componenti del Team uniscono le loro abilità, i loro sforzi e il loro impegno, facendo sì che il risultato ottenuto superi la soddisfazione individuale e porti al successo. Un ragazzo può così riscoprire il divertimento necessario e la consapevolezza che l’importante non è solo la qualità del gioco, ma i giocatori. Un’esperienza che diventa anche apprendimento alla vita.

Aware2Be
Follow me

Aware2Be

Coaching company at Aware2Be
Coaching company specializzata in business coaching, executive coaching, medical coaching, sport coaching (inner game), life coaching
Aware2Be
Follow me
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *